Tricopigmentazione in Estate

Tutto quello che c'è da sapere

SEDUTA DI TRICOPIGMENTAZIONE NEL PERIODO ESTIVO?

Iniziamo col dire che la sudorazione è un processo che avviene all’interno della ghiandola sudoripera mentre i pigmenti raggiungono solo lo strato superficiale del derma senza intaccare queste piccole ghiandole, quindi il processo di sudorazione non verrà in alcun modo influenzato e di conseguenza tale processo non andrà a influire sulla buona resa del trattamento, a meno che non si effettui una corsa o si vada piscina subito dopo la seduta di TRICOPIGMENTAZIONE.

Partendo dal presupposto che la TRICOPIGMENTAZIONE è per affinità simile alla tecnica del tatuaggio dei capelli segue le stesse regole e avvertenze, soprattutto nel periodo estivo, del tatuaggio ornamentale.

Quindi, una delle domande più frequenti è se sottoporsi o meno in questo periodo dell’anno a tricopigmentazione, e infatti, in molti si chiedono se in tale periodo il pigmento può essere espulso tramite sudorazione o frequenti lavaggi.

Un’ altra domanda, non di poco conto è se l’eccessivo lavaggio del cuoio capelluto o frequenti bagni in mare o piscina possano “scolorire” la parte interessata.

Anche in questo caso va ricordato che il pigmento è presente nel secondo strato della pelle (derma superficiale) e quindi non sarà causa di scolorimento precoce.

INFLUENZE SUL TRATTAMENTO

Nonostante tutto ciò durante il periodo estivo dobbiamo tenere conto di 3 fattori che possono compromettere un buon risultato:

IL CALDO. Per il primo periodo post trattamento andrebbe evitata l’esposizione prolungata ad ambienti caldi in quanto, quest’ultimo, provoca la dilatazione della pelle e la vasodilatazione che possono causare migrazione del pigmento.

ECCESSIVA ESPOSIZIONE SOLARE. Può causare scottatura e eritema solare causando danni alla pelle, stimolando la riparazione delle micro particelle estraendo così i pigmenti.

RAGGI SOLARI. L’esposizione intensa ai raggi UVA e UVB può creare mutazione e ossidazione dei pigmenti variando più o meno il colore.

Sottoporsi al trattamento nel periodo estivo porta anche dei vantaggi poiché la pelle “abbronzata” migliora l’effetto della tricopigmentazione poiché si riduce il contrasto tra il colore del pigmento da quello di una pelle chiara conferendo ulteriore realismo al trattamento.
TRICOPIGMENTAZIONE PERIODO ESTIVO SENZA PROBLEMI

Concludendo il trattamento si può effettuare anche nel periodo estivo seguendo delle semplici avvertenze:

  1. Durante la prima settimana post seduta evitare il caldo intenso onde evitare sulla fase più delicata, quella di prima guarigione.

  2. Evitare bagni in mare o piscina nelle prime 2 settimane post seduta.

  3. Evitare il sole negli orari più caldi e utilizzare protezione solare di alto livello.

Per concludere seguendo questi semplici consigli potrete godervi i benefici del trattamento anche nel periodo estivo.

N.B: È vietata la riproduzione totale o parziale di questo contenuto. Ogni violazione sarà perseguita a norma di legge! Dermatrico Repair è un marchio registrato di proprietà di Vincenzo Coni.



 

©2012-2019 - Tutti i diritti riservati
REALIZZATO DA VISIV COMUNICAZIONE