Dermatite e Tricopigmentazione

Come agire?

Prevenzione Dermatite Seborroica e Alopecia Androgenetica:

La dermatite seborroica è una condizione particolarmente diffusa che nella maggior parte dei casi interessa il cuoio capelluto.

Consiste nell’ infiammazione della parte interessata causando uno spiacevole prurito.

La dermatite seborroica oltre a fattori endogeni è spesso causata da un fungo noto come Pityrosporum ovale che provoca appunto infiammazione della pelle e causando la disgregazione delle cellule producendo così delle squame untuose che mostrano sotto forma di crosticine.

Il cuoio capelluto è la zona più colpita dal fungo perché trova nel sebo mutato le condizioni ideali per la propria moltiplicazione, le ghiandole sebacee diventano iperattive ne consegue che la secrezione da loro prodotta risulti appunto alterata (per questo denominata seborroica).

La dermatite seborroica viene è spesso associata all’ Alopecia Androgenetica, causa della perdita dei capelli.

Per questo motivo è bene conoscere quali terapie eseguire per prevenire la “perdita dei capelli”.

Non esiste una guarigione effettiva da questo tipo di dermatite ma è possibile tenerlo sotto controllo e rallentare i suoi effetti, l'Alopecia Androgenetica colpisce i follicoli piliferi che, una volta morti, non potranno essere rigenerati da nessuna cura.

Innanzi tutto è molto importante al manifestarsi dei primi sintomi rivolgersi immediatamente ad uno specialista, un dermatologo indicherà la cura più adatta al caso specifico.

La terapia più comune consiste nell’ utilizzo di shampoo specifici contenenti Ketoconazolo e tramite somministrazione di cortisonici deboli, questi ultimi per contrastare le infiammazioni che comporta.

DERMATITE E TRICOPIGMENTAZIONE

Prima di procedere al trattamento di Tricopigmentazione è assolutamente necessario procedere con un controllo con un Dermatologo specializzato in modo tale da accertarsi che la patologia sia sotto controllo e ad un livello tale da non compromettere la riuscita della seduta di Tricopigmentazione, questo perché un livello alto di infiammazione e la vasodilatazione causerebbe l’instabilità e scomparsa del pigmento rendendo vana la seduta.

Fondamentale rendere noto al tricopigmentista la presenza di tale patologia.

Si ringrazia il Dott Giovanni Antonio Corrias per l'articolo.

N.B: È vietata la riproduzione totale o parziale di questo contenuto. Ogni violazione sarà perseguita a norma di legge! Dermatrico Repair è un marchio registrato di proprietà di Vincenzo Coni.



 

©2012-2021 - Tutti i diritti riservati
REALIZZATO DA VISIV COMUNICAZIONE